sulla Chiesa Romana

CHI ERA GESU'?
Gesù ha liberato gli uomini o ha vinto il Male?
A me pare un'affermazione stupida. Cioè il Male non esiste più? in che modo avrebbe vinto il male? dimostrando la possibilità di una vita ultraterrena? Gesù non ha detto qualcosa di nuovo riguardo alla possibilità di una vita ultraterrena, più di quanto non abbiano fatto gli Egizi, con i loro faraoni imbalsamati.
Gesù ha diffuso l'amore?
Questa mi pare un'altra idiozia. L'amore è un sentimento strettamente connesso con la necessità naturale della riproduzione sessuale, concetto su cui è infatti fondata la psicoanalisi.
Non fare sesso perchè per esempio castrati, significa non provare attrazione e spegnere i sentimenti di amore. Nel condurre una vita monacale è apprezzabile solo l'impegno sociale o intellettuale. Oziare significherebbe diffondere motivi di odio, perchè significherebbe avere senza meritare. Chi invece ha una vita sessuale scarsa proverà invidia nei confronti di chi è più giovane e bello a cui vorrebbe rubare il partner, mentre chi invece viene costretto alla castità, proverà odio, perchè si sentirà impedito, derubato e costretto a vivere una vita insignificante.
Per cui per esempio una pena carceraria per essere tale, deve imporre isolamento e castità.
Gesù era il Messia?
Messia è da intendersi come liberatore, ma Gesù è stato solo un martire, cioè non ha liberato gli ebrei dall'oppressore straniero, non lo ha reso un popolo leader. Gli ebrei aspettavano invece un Messia che come Mosè li liberasse dall'invasione romana, ma non fecero nulla affinché divenisse anche loro sovrano e furono cacciati dalla Giudea, perché non meritavano di essere liberati. Avevano già un re, Erode, di cui avrebbero dovuto liberarsi e che non avrebbe ceduto il posto ad un eventuale Messia, difatti aveva già ordinato una strage di bambini nel periodo della nascita di Gesù e probabilmente fu lui a ordinare la morte di Gesù come aveva già fatto con Giovanni il Battista.
La condanna a morte di Gesù fu la conseguenza del suo essere un sovversivo, un terrorista, un partigiano, quando due popoli si scontrano. Tutti gli eventuali ribelli vengono arrestati e uccisi, e questo accadde agli ebrei per alcuni secoli, dopo essere stati scacciati da Israele. Essi nel continuare a diffondere e insegnare le loro convinzioni religiose nell'Impero romano, posero le basi del cristianesimo, che inizialmente era fatto di varie correnti. Anche dopo la vittoria della cultura religiosa ebraica con la formazione della Chiesa cattolica, con l'Inquisizione continuò la persecuzione degli eretici ribelli. Gesù fu forse il primo a venire ucciso o forse a volersi sacrificare volontariamente, come martire o come un eroe in battaglia, ma lo scontro finalizzato alla fusione fra due popoli differenti, era inevitabile ed ancora oggi continua, con il terrorismo degli arabi che decidono spontaneamente di farsi esplodere, e continuerà fino a quando nel mondo ci sarà una sola religione.
Gesù è solo quindi il nome di cui aveva bisogno l'Impero Romano con cui nominare il suo credo religioso unitario.


https://www.youtube.com/watch?v=0cmOWY9KPwM
https://www.youtube.com/watch?v=ii9bdLWY6Rs
https://www.youtube.com/watch?v=oPhrf882u8s
https://www.youtube.com/watch?v=jvZmgmSDq_c
https://www.youtube.com/watch?v=cgXX9vFm014
https://www.youtube.com/watch?v=1WEVEcZN-Cw

-----------------------------------------------------------------------------------
-----------------------------------------------------------------------------------


Libro da leggere:
"Il libro che la tua chiesa non ti farebbe mai leggere"
di Tim C. Leedom e Maria Murdy


Molti dimenticano che il Cristianesimo è una religione che trae la maggior parte dei suoi elementi da altre religioni ad essa precedenti.
Il mito del salvatore è molto più antico di Cristo stesso. Di Gesù come per esempio di Socrate, non abbiamo alcuno scritto.
Quel che sappiamo è quel che ci viene raccontato da altri. Senza contare le manomissioni della chiesa a proprio uso e consumo.
Molto prima della nascita di Gesù le popolazioni praticavano altri culti nei quali vi era spesso la presenza di "Salvatori", "Messia", "Figli di Dio" che avevano caratteristiche molto simili se non uguali a quelle del Gesù cristiano.
Queste analogie sono molto curiose.
La domanda infatti sorge spontanea: chi ha inventato per primo la favola della nascita, morte e resurrezione del Messia?
come possiamo credere ai miracoli e alle predicazioni di Gesù e non a quelle di Virishna, Mitra, Buddha e altri?


ADONIS (Babilonia 2500-2000 a.c.)

La madre di ADONIS è MYRRHA (MYLITTA), una vergine consacrata al Tempio che concepisce ADONIS verginalmente
ADONIS nasce il 25 dicembre, viene chiamato anche: il salvatore; il guaritore; il pastore celeste, muore nel solstizio di primavera, scende all'inferno dopo la sua morte

MITRA (Persia 2000-1000 a.c.)

Nasce il 25 dicembre da una vergine, in una grotta riscaldato da un toro. Alla nascita di MITRA assistono dei pastori recanti doni.
Ha 12 discepoli. E' un grande maestro e predicatore. viene anche considerato come: il messia; la via; il pastore di Dio; la verità; il redentore; il salvatore.
Promette ai suoi seguaci l'immortalità, compie numerosi miracoli. Durante la Cena del Signore afferma:"Coloro che non mangiano del mio corpo e non bevono del mio sangue in modo
da essere una cosa sola con me ed io con loro non potranno essere salvi". Sacrifica sè stesso per la pace nel mondo, muore nel sosltizio di primavera, viene sepolto in una tomba
e dopo tre giorni resuscita.
Il giorno consacrato a MITRA è la domenica, il giorno del signore. Nel culto di MITRA esistono il battesimo, la benedizione e la confermazione (cresima)

MITRA è una divinità molto antica, diffusa sia in Persia che in India. Nei decenni antecedenti all'era cristiana era il più popolare e il più diffuso dei culti pagani. Diffuso
in tutto l'impero romano dalle armate di Pompeo venne sostenuto e protetto da numerosi imperatori romani. Nell'anno 376 d.c. il 25 dicembre il prefetto di Roma, su ordine
dell'imperatore, sopprime il culto di MITRA e consegna il tempio al culto cristiano, sulle rovine viene eretto il vaticano e alcuni sotterranei attuali sono dell'antico
complesso del tempio di MITRA. La gerarchia del culto di MITRA è simile a quella attuale della chiesa, con i padri che guidano i fedeli e il capo dei padri era chiamato "Pater
Patratus" o anche Pontefice Massimo. Alcuni costumi del culto di MITRA sono stati copiati dai cristiani quali: l'uso dell'acqua santa, il segnarsi in fronte con le dita, la
struttura dell'altare, l'ostia.

KRISNA (India 1400-1200 a.c.)

La madre di KRISNA è DEVAKI (la divina) che ha concepito KRISNA vergine.
KRISNA nasce il 25 dicembre in una grotta del monte Meru. La nascita è annunciata da Stella d'oriente.
Alla nascita di KRISNA sono presenti pastori e angeli, e sono presenti tre uomini saggi recanti spezie.
Viene perseguitato dal Re Kansa, che ordina la morte di migliaia di bambini.
Viene chiamato: salvatore, pastore, redentore, figlio di Dio, nostro signore, liberatore, verbo universale, iezeus (pura essenza)
Predica con l'uso di parabole per insegnare l'amore.
Compie molti miracoli quali guarire i lebbrosi, guarire i cechi, resuscitare i morti, dare la parola ai muti
Ama i poveri e vive come un povero.
Dona la capacità di compiere i miracoli anche ai suoi discepoli.
Muore affisso ad un albero, all'età di 30 anni, tra due ladri e il sole si oscurò.
Scende all'inferno, resuscita e sale in paradiso.
Appartiene ad una trinità.

ZOROASTRO (Persia 700-600 a.c.)

Nasce da una vergine
La concezione di ZOROASTRO avviene per mezzo di un raggio della Divina Ragione
Nasce in una grotta a Battra il 25 dicembre
Una stella d'oriente ne preannuncia la nascita
Alcuni pastori gli recano doni
Durante la sua infanzia stupisce molti uomini saggi con la sua intelligenza
I suoi seguaci lo considerano il Verbo fatto uomo
Viene battezzato a 30 anni sulle rive di un fiume
Restituisce la vista ad un cieco
E' stato tentato nel deserto da un demone e nella sua vita ne esorcizza molti
Predica sull'inferno e il paradiso rivelando misteri quali la resurrezione, il giudizio finale, la salvezza e l'apocalisse
Utilizza una coppa sacra
Ha avuto visioni profetiche e apocalittiche ed ha previsto la durata del regno in 1000 anni
Viene ucciso, scende all'inferno e dopo sale in cielo su un cocchio solare
Il culto di ZOROASTRO comprende l'eucarestia, riconosce l'immortalità dell'anima, crede negli angeli e nei demoni
I suoi seguaci attendono la venuta di un uomo-dio, chiamato SAOSHYANT (il salvatore), il quale verrà generato da una vergine e Inizierà il suo ministero a 30 anni, è probabile
che l'idea del messia sia stata introdotta in palestina dagli ebrei dopo il ritorno dall'esilio in Babilonia.

BUDDHA (India 600-500 a.c.)

La madre di BUDDHA si chiamava MAYA e lo ha concepito verginalmente
La sua nascita viene annunciata da angeli e da una stella dell'annunciazione
Alla nascita assistono tre uomini saggi e recano doni preziosi
Era di discendenza reale e un re voleva uccidere il bambino
A 12 anni parla in un tempio
Viene battezzato con l'acqua in presenza dello spirito di Dio
Viene definito anche: Il signore, maestro, dispensatore del verbo, il buon pastore, Dio degli Dei, padre del mondo, reggitore onniscente, onnipotente, essere supremo, l'eterno
uno.
Predica mediante l'uso di parabole e annuncia l'avvento di un regno di giustizia
Guarisce i malati e cammina sulle acque
Nutre 500 uomini con un piccolo canestro di pani
Dopo la sua morte scende all'inferno e dopo resuscita, la sua tomba viene aperta da un potere sovrannaturale
L'influenza del Buddismo sul cristianesimo è molto forte, più di quanto sembri, ad esempio: la rinuncia alle ricchezze, al sesso e alla famiglia; la fratellanza tra gli uomini;
la virtù della carità e della sopportazione; la conversione. La parabola del figliol prodigo e altre parabole appartengono alla tradizione buddista.

DIONISO (Grecia 250-200 a.c.)

Nasce il 25 dicembre da una vergine e viene deposto in una mangiatoia
Viene definito anche: figlio unigenito, salvatore, l'unto re dei rei, il redentore, remissore dei peccati, dio degli dei.
Fece parecchi miracoli tra i quali trasformare l'acqua in vino
Cavalca un asino in una parata trionfale
La sua morte il suo corpo viene virtualmente mangiato in un rituale eucaristico di fecondità e purificazione.
Secondo alcune tradizioni viene crocifisso ad un albero
Muore e discende nell'ADE il 25 marzo, GIOVE lo resuscita
Durante le sacre funzioni in onore di DIONISO il sangue era rappresentato dal vino e il corpo dal pane, questa iconografia eucaristica è stata probabilmente adottata dai cristiani. Inoltre era uso comune utilizzare un particolare marchingegno che tramite tubi nascosti si introduceva acqua e usciva vino, per dare adito a poteri divini posseduti  dai celebranti.

ATTIS (Frigia 200 a.c.)

La madre di ATTIS è NANA e concepisce il figlio in modo verginale mangiando un frutto
Nasce il 25 dicembre
Viene considerato come: il figlio divino, unico figlio generato, il salvatore
Compie interventi miracolosi
Durante le cerimonie il suo corpo viene simbolicamente mangiato in forma di pane dai suoi seguaci
Viene considerato come il salvatore che fu ucciso per la salvezza e la redenzione del genere umano
Muore il 25 marzo, discende agli inferi e resuscita dopo 3 giorni
La sua morte viene celebrata dai sacerdoti che si recano ad una tomba illuminata contenente un lenzuolo mortuario (sindone)

HORUS HORUS (Egitto 4000-3500 a.c.)

Il padre terreno di HORUS si chiama SEB (Giuseppe)
La madre di HORUS si chiama ISIS-MERI, o MATA-MERI (Madre Maria)
Ad ISIS-MERI viene annunciato dall'angelo THOT che deve concepire HORUS
La concezione di HORUS è stata di tipo verginale
HORUS nasce il 25 dicembre, in una grotta
La sua nascita è annunciata dalla "stella d'oriente"
Tre uomini saggi assistono alla nascita e recano dei doni
Raggiunti i 12 anni HORUS insegna nel tempio di PTAH, poi scompare per 18 anni
Viene definito:Figlio unto di Dio; Figlio di Dio; La Via; La Luce; Il buon pastore; Il messia; Il KRST; La verità
Viene battezzato a 30 anni da ANUP il battista (Giovanni) nel fiume Eridanus (Giordano)
Combatte nel deserto per 40 giorni contro il demone SET
Ha 12 discepoli, di cui due sono suoi assistenti e si chiamano ANUP e AAN
Si è trasfigurato su un monte, ha esorcizzato i demoni, ha guarito le malattie, ha camminato sulle acque
Ha resuscitato EL-OSIRIS (AL-AZARUS) dalla morte
E' stato crocifisso, con due ladri oppure con ANUP e AAN, varia in base alla tradizione
E' disceso all'inferno, dopo tre giorni di sepoltura è risorto
Nella simbologia di HORUS sono compresi il leone, l'agnello e il pesce
E' sceso sulla terra per compiere la legge e il suo regno deve durare 1000 anni

Ce ne sono altri ad esempio:

Salivahana delle isone bermuda;
un altro dio egizio: Zulis;
il dio caldeo Crite;
gli dei fenici Baal e Taut;
il dio tibetato Idra;
Bali dell'afganistan;
il dio nepalese Jao;
Il bilingolese Wittoba;
il siriano Thammuz;
Il frigio Atys;
il tracio Xamolxis;
Zoar dei Bonzi;
l'assiro Adad;
i siamesi Deva Tat e Sammonocadam;
il tebano Alcide;
Mikado dei Sintoos;
Beddru del Giappone;
Hesus e Bremrillah dei druidi;
Cadmo dei greci;
Hil e Feta dei Mandaiti;
i messicani Quetzalcoatl e Gentaut;
Il re universale delle sibille;
Ischy dell'isola di formosa;
Il maestro divino di Platone;
Il Santo di Xaca;
Fhi e Tien, divinità cinesi.

-------------------------------------------------------------------
-------------------------------------------------------------------
A CHE SERVE LA CHIESA?

La Chiesa romana è uno dei resti dell'Impero romano decaduto perché aveva raggiunto la massima espansione possibile per l'epoca, cioe' non era più difendibile. Un re, per poter governare, deve essere superiore a tutti gli altri uomini, un intermediario fra uomo e Dio. In passato qualcuno venne finanche considerato un profeta come è accaduto con Maometto. Ma un re in realtà non ha sempre la capacità di interpretare la volontà di Dio, accecato dai piaceri mondani, per cui ha bisogno di un assistente, un sacerdote, il Pontefice, come accadeva presso gli Egizi, o presso gli antichi greci con l'oracolo di Delfi.

Il cristianesimo è il risultato della predicazione di S.Paolo di Tarso e non degli Apostoli, e della successiva unificazione dei culti religiosi fino ad allora diffusi, reinterpretate e ribattezzate o eliminate come eretiche, a cominciare dall'anno 325 d.C. con il Concilio di Nicea, quando l'imperatore romano Costantino decise che l'Impero, troppo eterogeneo e incapace di affrontare le invasioni barbariche, doveva avere un solo credo religioso, cosicchè vennero esaminati e re-iscritti i Vangeli, fondendo le varie scritture dei primi secoli, come potete notare dal fatto che tutti e 4 i Vangeli dicono le stesse cose, pur essendo stati scritti da persone che non potevano essere contemporaneamente testimoni degli stessi episodi, né furono scritti dagli Apostoli, che non hanno fatto nulla ai fini della diffusione del cristianesimo, e né sappiamo chi erano.
Tutti i Vangeli sono apocrifi in quanto sono banali, anche se ad alcuni sembrano scritti in modo credibile.
Il Vangelo non fu nemmeno scritto allo scopo di parlare di Gesù, altrimenti lo avrebbero scritto molto prima. Alcuni evangelisti hanno vissuto un secolo dopo Gesù.
Il culto sacrificale del dio Mitra, di origine persiana, diffuso fra i soldati, divenne la Messa. Il culto egizio della dea Iside divenne il culto della Madonna, la Pasqua ebraica fu sostituita con la festa della Resurrezione, la festa pagana del Sole nascente divenne il Natale, i re magi della religione persiana furono aggiunti ai Vangeli, le basiliche erano state progettate per essere centri commerciali nei fori romani mentre i pontefici precedentemente erano i capi delle sacerdotesse Vestali.
Nulla si sa della vita di Gesù, dei famigliari per esempio, e non è strano visto che fu riconosciuto come Messia già dalla nascita dai re magi?


La Chiesa ha negato alla gente il diritto di pensare, di sapere, comportamento da cui era scaturito il conflitto con la Scienza come con Galileo Galilei.
Il Battesimo viene imposto subito dopo la nascita. E il rogo degli eretici non è forse una contraddizione con il messaggio evangelico?
Ma è possibile che il sacrificio umano di Gesù si debba considerare più crudele e quindi meritevole di essere ricordato più di quanto non accada per esempio con Giordano Bruno? Il pensiero di Giordano Bruno è talmente illuminante e profetico che finanche ai giorni nostri deve essere ancora scoperto e compreso.


La Chiesa - nel corso dei secoli - ha preteso, arrogantemente di interpretare la Verità, a seconda dei propri fini politici, mettendo al rogo chi le si opponeva.
Anche i Re dei Crociati, i Templari, nella loro battaglie per la liberazione della Palestina, o perchè alla ricerca di reperti antichi e tesori, potettero capire la verità storica, la vera storia di Gesù, coscienza rimasta immutata presso gli ebrei insubordinati al potere romano e papale e presso gli arabi troppo distanti ed ancora in fase di unificazione politica, considerati pertanto infedeli e passibili di persecuzione e condanna a morte come avverrà con il nazismo.
L'Ordine dei Templari fu sciolto non solo perchè il re francese, troppo indebitatosi con loro, voleva appropriarsi delle sue ricchezze, ma anche perché le verità scoperte, mettevano in crisi il potere costituito della Chiesa Romana. Lo Stato della Chiesa di è formato dal crollo dell'Impero Romano. Gli Imperatori tedeschi, a partire da Carlo Magno, non furono capaci di ricostruirlo a causa della sua vastità, e quindi non potettero ridurre il Pontefice ad un ruolo minore come accadeva nell'antica Roma, e dare all'Impero un nuovo credo religioso, come fece l'Imperatore Costantino nel 300. Il potere dello Stato della Chiesa è inestinguibile ed è il risultato della limitatezza del potere umano di dominare su un territorio, per cui, per esempio, il progetto di Hitler di conquistare il mondo intero, progetto che non poteva che portarlo a rifiutare il potere della Chiesa, era irrealizzabile.
Nei suoi insegnamenti morali il Cristianesimo non è stato differente dal Buddismo, dal Confucianesimo, cioè riguardo alla pace sociale, alla generosità, ecc. ma allora perchè deve esistere una Chiesa?
Gesù era un predicatore come lo sono stati tanti altri, per esempio Buddha, Krisna, Sai Baba, ed è divenuto gradualmente col tempo una leggenda, il Messia, Dio stesso. Lui non si dichiarava unico, nè ultimo. Potrebbe essere anche in gran parte un personaggio inventato, perchè non c'erano storici che hanno riportato con esattezza di dettagli ciò che è realmente accaduto, ed ciò che veniva scritto risultava spesso poco credibile, come con i Vangeli apocrifi,

Ma se Gesù fosse stato un imbroglione, importa? Perderemmo qualcosa?
Gli uomini hanno sempre creduto in un qualche divinità, e in molti credi religiosi, come in India, si crede finanche nei miracoli, nè più e nè meno del cristianesimo.
E inoltre perchè non si dovrebbe credere nei miracoli, considerata la complessità della vita e del mondo che ci circonda, di cui sappiamo poco quanto niente!

In passato, ogni volta conquistava il territorio di un altro popolo, non sempre venivano unificati anche le divinità, per cui coesistevano divinità diverse.
Cosicchè, per esempio, i romani assorbirono vari popoli, importando i loro dei.
Fu invece il monoteismo ebraico a causare uno scontro con gli imperatori romani, che si videro costretti a perseguitarli, per cui sono sempre stati un popolo diverso dagli altri, cacciati dalla loro terra, etichettati e isolati fino ai giorni nostri.

Nell'assorbire il popolo ebraico si è realizzato però il passaggio al monoteismo di popoli politeisti come quello romano. La diversità degli ebrei è dovuta al fatto che come popolo si era formato non da una graduale fusione di genti come quello romano, bensì dal distacco e dalla fuga dalla Mesopotamia, alla ricerca di una terra abitabile libera, conservando integra la propria identità, anche religiosa, e vedeva in dio un capo come Mosè. Questa diversità e unicità di culto venne acquisita dai romani con l'imperatore Costantino, che volendo unificare culturalmente un Impero troppo vasto mise assieme i vari culti dando essi un nome solo.

Fino al 1500 la vita dei Papi era quella dei comune Principi, spesso moralmente corrotti. Se la Chiesa romana è diventata ricca e potente lo è diventata condannando al rogo gli eretici.
Anche la Chiesa è stata spesso incoerente con i propri principi morali, con la ControRiforma e le Guerre Crociate, tanto quanto l'Islamismo, ma la Chiesa si è potuta diffondere sfruttando un terreno politico già spianato come quello dell'Impero romano.
La religione cristiana si è diffusa nel territorio occupato dall'Impero Romano e non nei paesi arabi, in India, o in Cina, perchè una religione per diffondersi, necessità di un territorio conquistato con la guerra.

L'islamismo è una religione sviluppata dalla necessità di associare potere religioso e potere politico, poichè Maometto, che non realizzava miracoli, intendendo unificare i popoli, e costruire un Impero unitario, non poteva che dichiararsi egli stesso un prescelto da Dio, un profeta dall'autorità indiscutibile, altrimenti avrebbe creato un Impero debole, che sarebbe poi stato subordinato alla Chiesa romana, come accadde successivamente fra gli imperatori tedeschi dopo Carlo Magno.

Maometto non è stato un profeta, ma solo un leader politico, con cui emerge la contraddizione fra potere spirituale e potere politico in cui sconfinano i leader.

Per quale motivo Gesù avrebbe scelto gli apostoli se poi la diffusione del cristianesimo si è avuta con San Paolo?
Per quale motivo Gesù, al fine di favorire la diffusione del suo credo non ha lasciato nulla di scritto?
Per quale motivo esistono Vangeli apocrifi e nessuno degli Apostoli ne ha scritto uno?
Per quale motivo il Clero non vive in povertà e del proprio lavoro ma viene finanziata dallo Stato, dalle donazioni private e con la liturgia della Messa, grazie alla quale raccoglie le offerte, affermando di ri-distribuire il denaro ai poveri ma in realtà non dà nulla.
La religione cristiana è diventata un motivo di business, pur essa stessa condannando il denaro come strumento del Demonio.
Cosa può insegnare chi non fà ciò che insegna?
La Chiesa promuove il messaggio di Gesù perchè finalizzato a diffondere amore, ma cosa intende con la parola amore? che andare in Chiesa significa venire amati dai parroci?


PERCHE' SI DEVE CREDERE IN DIO?

Quando negli ultimi secoli, i popoli hanno cominciato ad imporre ai loro Sovrani, la Costituzione cioè che le leggi vengano messe per iscritto, ne hanno potuto abbattere il potere, perchè ciò che viene scritto può sempre re-interpretato in modi differenti.
C'è anche un proverbio che dice "Fatta la legge, trovato l'inganno".

Un libro non è mai un'opera terminata, infatti se ne scrivono un'infinità perchè c'è sempre qualche argomento poco chiaro, e quindi interviene qualche altro pensatore con ulteriori commenti.
E quindi anche Gesù aveva motivo di non lasciare scritto nulla, e quindi senza fornire la chiarezza su vari argomenti che sono poi stati trattati successivamente dai vari Santi.

Perchè Dio è considerato Padre?
Ogni uomo nasce da e ricostruisce una famiglia, ma se non persegue la riproduzione, diventa un modello cui ispirarsi e con cui riprodursi interiormente.
Dio è padre di tutte le creature, e nutrirci di una delle sue creature è un atto criminale, ma Lui ce la offre in sacrificio come nutrimento, ma in questo c'è un momento di crudeltà e sofferenza, ed è quella che Gesù vive e ci ripropone con il suo sacrificio.
La crudeltà umana è però rivolta anche verso i suoi simili, cioè siamo autori di crimini perchè non ci nutriamo solo della carne degli animali, ma anche dell'anima dei nostri simili per cui il rito religioso della Messa ci ricorda che Gesù accettò spontaneamente questo sacrificio.

La Chiesa esalta il ruolo della famiglia e non fà abbastanza per la costituzione di istituzioni monastiche.
La eccessiva crescita demografica in relazione alla scarsità delle risorse economiche impone una riduzione del numero di famiglie, cioè l'uomo non ha bisogno della donna, la quale a tale scopo,  confonde e crea l'incomprensione e il disordine che porta gli uomini a scontrarsi e a degenerare nella guerra.

Perchè è giusto credere in Dio?
L'uomo non sa tutto. Sapere di più è possibile ed è l'obiettivo degli scienziati. E' certamente possibile capire di più, ed idealmente Dio è Colui che sà tutto o comunque più di noi.
L'uomo, per quanto possa sforzarsi ed evolversi, non può che rimanere inferiore rispetto al suo massimo, per cui Dio sarà sempre qualcosa di diverso e superiore all'uomo. E' certamente vero che, per l'uomo e per l'umanità, è possibile sapere di più, e che se non verrà fermato il progresso, in futuro l'uomo sarà sempre più sapiente e vicino a Dio e al suo pensiero.

Ma qual è il pensiero di Dio e quale logica ci può consentire di arrivare alle stesse conclusioni che ci sono state proposte troppo brevemente con il messaggio evangelico e al mondo invisibile che la Chiesa ci dice essere fatto di santi, di miracoli, di angeli?
La fede cristiana parte dalla premessa che non sia necessario spiegare a tutti i perchè.
Il metodo scientifico è un approccio più tecnico e graduale verso la conoscenza, fatto di ragionamenti sequenziali, fondati sulla logica, e la constatazione pratica ed evidente. La fede invece, facendo riferimento agli insegnamenti di Gesù è un metodo più accessibile a tutti, elementare, fatto di racconti e considerazioni morali, ma anche quei ragionamenti hanno una logica scientifica.

Perchè Scienza e Fede sono diverse se sono diverse?

La Chiesa romana è nata da un vuoto politico causato dalla caduta dell'Impero romano cioè si imponeva non solo come potere spirituale ma anche come potere politico, a differenza di quanto accadeva presso alcuni altri popoli quando il re era affiancato da un sacerdote, come con gli Egizi.

La Scienza è quindi un modo diverso di arrivare alla comprensione di Dio, mentre invece la Fede si impone come conoscenza già manifestata, e che quindi non ha bisogno di approfondimenti razionali.
La Scienza ha bisogno di rimettere in discussione convinzioni e pregiudizi che non sono stati dimostrati razionalmente o che a volte può non essere immediatamente comprensibile.
Galilei venne condannato perchè eretico non perchè aveva affermato la elio-centricità, teoria che si era già diffusa con Copernico e Keplero, ma perchè la Chiesa aveva acquisito la teoria tolemaica e Galileo equiparava il Clero ad una schiera di persone intellettivamente incapaci con il titolo di "Simplicio" ed era inaccettabile per un Principe tanta empietà ed arroganza.
L'eliocentricità tolemaica è un errore scientifico che in passato era stato già messo in discussione da Aristarco di Samo e Seleuco di Seleucia.